PrimaNota.ru - самый крупный в мире бесплатный архив песенных текстов, аккордов, табулатур и нот


883 - Grazie Mille (Album) - аккорды и текст, видео

Регистрация Запомнить меня
Войти через:  Facebook Google Twitter Vk Yandex Mail.ru

883 - Grazie Mille (Album) - аккорды и текст, видео

Печатать
Просмотров: 406
Grazie Mille (Album)
883
		   --------
Vi posto il risultato finale di una sorta di collage effettuato con gli
spartiti trovati su amosfree e quelli trovati da me.
Spero che vi possa interessare il mio lavoro.
Correzioni e/o commenti sono, come sempre, ben accetti (in particolare
riguardo agli autori delle trascrizioni di alcune canzoni).

------------
GRAZIE MILLE
    883
------------
CRD: Gabrix (gabrieletomatis@yahoo.com)

Capo 1° tasto

A B Sol (2v.)

A     B  Sol         A                B  Sol
Quando si vedono le montagne che non c'è foschia
       A      B    Sol       A                B  Sol
quando le vacanze iniziano e quando poi torno a casa mia
           D     A          Sol
quando mi alzo e sento che ci sono
          D       A    Sol
quando sfreghi il naso contro il mio
       D   A     Bm    Sol  A        Sol
quando mi respiri vicino sento che sento che

D         A          Bm          Sol
Per ogni giorno ogni istante ogni attimo
           D     A    Bm Sol
che sto vivendo grazie mille

Quando si giocano le coppe in tele il mercoledì
quando sento un pezzo splendido che mai pensavo bello così
quando il cane mi vuol salutare
quando vedo i miei sorridere
quando ho l'entusiasmo di fare sento che sento che

Per ogni giorno ogni istante ogni attimo
che sto vivendo grazie mille
Per ogni giorno ogni istante ogni attimo
cuhe mi è stato dato grazie mille

Quando un microfono non lo vorrei abbandonare mai
quando i miei amici prendono un'accoppiata secca alla SNAI
quando il mondo mi sembra migliore
anche solo per un attimo
quando so che ce la posso fare sento che sento che

Per ogni giorno ogni istante ogni attimo
che sto vivendo grazie mille
Per ogni giorno ogni istante ogni attimo
cuhe mi è stato dato grazie mille
 Sol    D     A    Bm
grazie mille grazie mille
 Sol    D     A    Bm   Sol    D
grazie mille grazie mille grazie mille



------------------------
LA REGINA DEL CELEBRITA'
          883
------------------------
CRD: Gabrix (gabrieletomatis@yahoo.com)

Capo 2° tasto

A B E Do#- A B Do#-

E
A prima volta che ti ho vista sai
D                   A
la prima volta che andavo in discoteca di sera
E
sarà passata un'eternità ormai
D                A
però ricordo il casino che c'era
          E
e io e i miei amici già impauriti da 
                    D
quel mondo che conoscevamo solo 
      A
in versione light pomeridiana
E
d'un tratto nel buio viola del neon
         D        A
il tuo sorriso splendido

        A           B
Tu la Regina del Celebrità
          E            A
bella magnifica senza un'età
            A                  B    Do#-
quanto ho sognato di parlarti e di conoscerti

Un po' imbranati e un po' intimiditi
io e i miei amici non ti guardavamo mai negli occhi
ti guardavamo solo se ti giravi
e invidiavamo quei ragazzi più grandi
che parlavano, ridevano,
scherzavano con te che di cagarci
neanche alla lontana ci pensavi
e nel mio cuore io mi dicevo
vedrai che un giorno crescerò

Tu la Regina del Celebrità
bella magnifica senza un'età
quanto ho sognato di parlarti e di conoscerti

Tu la Regina del Celebrità
la ballerina che senza pietà
entrava nei begli incubi di noi piccoli

Un giorno che ero in giro in centro per caso
dalla vetrina di un negozio ho visto un viso noto
finta di niente mi sono fermato
ed eri tu per mano con tuo marito
e il tuo bambino che dovrebbe avere
a occhio e croce due anni o tre
che strano piacere che ho provato
chissà se qualcuno ti ha detto mai
cosa sei stata tu per noi

Rit. (2v.)



-----------------
LE LUCI DI NATALE
       883
-----------------
CRD: Cristian Gabbanini (cgabbanini@cervia.com)

D A Sol (2v.)

D            A
Ci son giorni qua da noi 
     Sol
che piove tanto che sembra non smettere mai e
D            A
ci son giorni qua da noi
Sol
che ti immagini i colori che non vedrai e
D            A
ci son giorni qua da noi
Sol
che la nebbia non ti fa capire chi sei e
 D         A
dove sei e dove vai
    Sol
e perché ci sei nato e quando mai ne uscirai ma

Em       Sol6   A  Fa#-    A     Sol
Se tu mi guardi così quasi sussurrandomi
Em         Sol6     La4 A
che è tutto parte di noi
        D   Re/C#  Sol     D    Re/C#  Sol Re4
Sembra tutto accendersi come con le luci di Natale
Em  Sol6  A       Em Sol6  La4 A
che colorano quello che accarezzano

D A Sol (2v.)

Ci son sere qua da noi
che vuoi farti un giro però poi non ci vai
perché il finale qua da noi
di un film che hai già visto mille volte lo sai
e ci son sere qua da noi
che te ne vai a letto ma dormire non puoi
perché il silenzio qua da noi
fa delle domande a coi non risponderai ma

Se tu mi guardi così quasi sussurrandomi
che è tutto parte di noi
Sembra tutto accendersi come con le luci di Natale
che colorano quello che accarezzano
sembra tutto accendersi come con le luci di Natale
che riscaldano quello che attraversano

D Re/C# Sol D Re/C# Sol Re4
Em Sol6 A (2v.)

Sembra tutto accendersi come con le luci di Natale
che riscaldano quello che attraversano

D A Sol (2v.) D



----------------
ALMENO UNA VOLTA
      883
----------------
CRD: AleXsiO (alesxio@libero.it)

E     B    F#    Do#-
Errori io ne ho già fatti abbastanza
E        B  F#   Do#-
se almeno poi però questa mia esperienza
E     B        F#                 Do#-
mi aiutasse a chiedermi riflettici aspetta un secondo
E       B          F# Do#-
e invece no e invece so che io non imparerò

E         B    Fa#-               Do#-
A crescere non perdere le cose che almeno una volta
E           B    Fa#-               Do#-
fan crescere non perdere le cose che almeno una volta
E      B           Fa#-          Do#-
potevo fare giuste e che non è difficile
E       B     Fa#-           Do#-
per uno meno instabile solo gestirsele
E       B         Fa#-                Do#-
e invece poi invece mai che riesca a tenermele strette
E             B  Fa#-         Do#-
che riesca a conservarmele sarà paura o sarà che...

E B F# Do#- E B F# Do#-

Dentro i viali e nei vicoli
che giro in macchina a vuoto
vedo coppie abbracciarsi
e stringersi che non avrei mai notato
se non sapessi che non sapessi te
lontana lontano lontanissimo
ricorderò maledirò il giorno che ho detto no

A crescere non perdere
le cose che almeno una volta
fan crescere non perdere
le cose che almeno una volta
potevo fare giuste e che
non è difficile
per uno meno instabile
solo gestirsele
e invece poi invece mai
che riesca a tenermele strette
che riesca a conservarmele
                  E                    B
sarà paura o sarà che è proprio il cambiamento in sé
F#      Do#-         E                   B
che fa venire strane idee pensare di non essere
         F#   Do#-
adulto e non volubile
E     B         Fa#-                Do#-
per crescere non perdere le cose che almeno una volta
   E        B   F#         Do#-
riuscire a conservarmele sarà paura o sarà che... Boh!



-------------------
NIENT'ALTRO CHE NOI
       883
-------------------
CRD & TAB: Fabry (Fabry@freeweb.org)

Intro (2v.)
|--2-----0-----|--------------|-------------|--2-----0--|
|--------------|--3-----2-----|--0----0--3--|-----------|
|-----2-----2--|-----2-----2--|-----0-------|-----2-----|
|--------------|--------------|-------------|-----------|
|--------------|--------------|-------------|-----------|
|--------------|--------------|-------------|-----------|

  D         A    Bm     Sol      D A
Potrei stare ore e ore qui ad accarezzare
   D           A      Bm    Sol       D A
la tua bocca ed i tuoi zigomi senza mai parlare,
        Fa#-                Bm
senz'ascoltare altro nient'altro che
   A             D
il tuo respiro crescere,
         Sol   Bm      Sol
senza sentire altro che noi
       A       D A7
nient'altro che noi.

Potrei star fermo immobile solo con te addosso
a guardare le tue palpebre chiudersi ad ogni passo
della mia mano lenta che scivola
sulla tua pelle umida
senza sentire altro che noi
nient'altro che noi.

                   D                Sol D
Non c'è niente al mondo che valga un secondo
                 Fa#-                    Bm
vissuto accanto a te, che valga un gesto tuo,
          Sol  A
o un tuo movimento,
                  D                  Sol D
perché niente al mondo mi ha mai dato tanto
               Fa#-              Bm
da emozionarmi come quando siamo noi,
     A         D
nient'altro che noi.

Intro

Potrei perdermi guardandoti mentre stai dormendo,
col tuo corpo che muovendosi sembra stia cercando
anche nel sonno di avvicinarsi a me,
quasi fosse impossibile
per te sentire altro che noi,
nient'altro che noi.

Non c'è niente al mondo che valga un secondo
vissuto accanto a te, che valga un gesto tuo,
o un tuo movimento,
perché niente al mondo mi ha mai dato tanto
da emozionarmi come quando siamo noi,
nient'altro che noi. (2v.)

Intro



---------------------------
VIAGGIO AL CENTRO DEL MONDO
            883
---------------------------
CRD: Gabrix (gabrieletomatis@yahoo.com)

C Bb F Bb C
C Bb Sol# Bb C

           Sol
A grande città s'illumina già
       F
con i neon e gli stop rossi (i neon e gli stop rossi)
        Sol
e si riempirà nei bar e nei pub
     F
di rumori e di discorsi (di rumori e di discorsi)
         Am                   Sol
questo traffico da noi non c'è mai
        Dm7                      Sol
neanche per andare in centro alle sei
       Am                 Sol
come fanno a non impazzire qui
        F
stai attento che esce uno esce uno dai parcheggiati

  C                  Bb          F Bb       C
Siamo al centro del mondo ci siamo dentro anche noi
 C           Bb             Sol# Bb     C
dove succede tutto e puoi fare quello che vuoi

Ricordi dov'è quel locale che
ci van tutte le modelle (le modelle belle)
(che) cacchio ne so aspetta però
cominciava con la erre (forse con la elle)
che ci frega basta che siamo qui
scegli un posto a caso e buttiamoci
con il ben di Dio di insegne che c'è
vuoi che non ci divertiamo non perdiamo tanto tempo che

Rit.

Quanta gente c'è a chi chiedere
dov'è il bagno non lo trovo (il bagno non lo trovo)
mi ha spinto lui non verserei mai
la birra sul tuo giubbotto nuovo (il tuo giubbotto nuovo)
riusciremmo mai a viverci noi
riusciremmo senza esaurirci mai
riusciremmo a questa velocità
forse siamo troppo lenti troppo lenti o troppo tonti ma

Rit. (2v.)



---------
TENENDOMI
   883
---------
CRD & TAB: Gabrix (gabrieletomatis@yahoo.com)

Intro:
  F          Bb       F          Bb
|---------------------|---------------------|
|-------------1-1h3-1-|-------------1-1h3-1-|
|-----2-------0-------|-----2-------0-------|
|-------3-2-3---------|-------3-2-3---------|
|---3-----------------|---3-----------------|
|-1-------------------|-1-------------------|

        F               Bb
Quell'apatia di chi si è già
        C        F
buttato via nell'anima
   Am7              Eb Bb
gettandosi in storie sterili
             Sol                C
l'hai spinta via mi hai detto credici
        Bb
Solo tenendomi.

         F              Bb
A forza che hai fatto crescere
           C               F
quando io ormai stavo per cedere
     Am7         Eb    Bb  Sol
la volontà di non arrendersi
     F            A7   Dm       Sol7
la dignità e il rispetto che sai rendermi
   C7        F     A7
Tenendomi, tenendoci.

         Dm   C         Bb      F
E non capiterà mai, non capiterà a noi
  Sol-7        C      F  A7
se mi vorrai accanto a te.
     Dm             C        Bb   F
A passione brucia presto però tu lo sai
        Sol                     Sol7    C C7
che la stima tra noi, lei può resistere.

Le paranoie che a volte ho
che accanto a te poi passano,
la tua allegria, come sai ridere
la tua lealtà, il tuo non chiedere
e non pretendere.
 
         F              Bb
A forza che hai fatto crescere
           C               F
quando io ormai stavo per cedere
    Am7           Eb  Bb  Sol
la volontà di non arrendersi
      F           A7   Dm       Sol7
la dignità e il rispetto che sai rendermi
   C7        F     D6
Tenendomi, tenendoci.
   Sol7  C7   F   D6
Tenendomi, tenendoci.
   Sol7  C7   F
Tenendomi, tenendoci.



------------------
DOPO IL SOLITO BIP
       883
------------------
CRD: AleXsiO (alesxio@libero.it)

Sol C      D   Em C Sol Re4 C
Chissà se risponderai
Sol  C         D    Em C Sol Re4 C
e perché non rispondi mai
Am       C        Am    C
dovrà sembrarti che io casualmente
Am       C         Am                 B
ti chiamo non che mi sto massacrando cercandoti

Do#-              F#             Do#-  F#
Se lasciate un messaggio dopo il solito bip
Do#-            F#           Do#- F#
Dovrei farmi coraggio dopo il bip.

Non farò il fenomeno
brillante non stupido
A tempo debito per caso ti chiederò
stasera con chi uscirai non per farmi i fatti tuoi

Se lasciate un messaggio dopo il solito bip
Dovrei farmi coraggio dopo il bip.

Un po' mi preoccupo
chissà se l'hai spento o no
però fuori città il segnale viene e va
copertura al limite bisogna insistere

Se lasciate un messaggio dopo il solito bip
Dovrei farmi coraggio dopo il bip.

F# Do#- F# Do#- F# E F# Do#-
F# Do#- F# Do#- F# E F# Do#-
F# Do#- F# Do#- F# E F# Do#-



----------------------
LA RANA E LO SCORPIONE
         883
----------------------
CRD: AleXsiO (alesxio@libero.it)

Sol#-7                             B
Non ricordo l'anno però ricordo eravamo in macchina
Sol#-7                            B
ridevamo sulla Lega e sulla sua durezza intima

F#     Sol#-7   E
Poi mi dicesti: "Sai
F#     Sol#-7 E
noi non faremo mai
F#       Sol#-7 E
le scelte facili
F#        Sol#-7  E
le strade semplici...".

Mesi dopo ci han lasciato le ex in contemporanea
se non fosse che stavamo un po' male era quasi comica

Tu mi dicesti: - "Sai
mi sa che non cambieremo mai
come in quella storia che
       F#   Sol#-7   La2
c'è la rana e lo scorpione"-.

Non so se hai avuto anche tu l'impressione che il tempo acceleri
a sedici anni un anno dura una vita poi a trenta sei già lì

Tu con i tuoi pensieri
le angosce orrende ed i desideri
io con le mie canzoni
vicini oppure così lontani...

Accompagnamento alla storia:
Sol#-7 Mib-7 E F# Sol#-7
F# Sol#-7 E F# Sol#- E
F# Sol#-7 La2 Sol#-7 F#

B Do#-7 F# B E Do#-7 F#
B E Mib-7 Do#-7 E Sol#-7
F# B Do#-7 F# B E Do#- F# B E

Parlato:
Lo scorpione doveva attraversare il fiume;
così non sapendo nuotare, chiese aiuto alla rana:
- "Per favore, fammi salire sulla tua schiena
e portami sull'altra sponda"-
A rana rispose: - "Fossi matta! Così appena
siamo in acqua mi pungi e mi uccidi!"
-"Per quale motivo dovrei farlo" - incalzò lo scorpione -
"Se ti pungo tu muori e io annego!"

A rana stette un attimo a pensare,
e convintasi della sensatezza
dell'obiezione dello scorpione, lo caricò sul dorso
e insieme entrarono in acqua. A metà del tragitto
la rana sentì un dolore intenso provenire dalla schiena,
e capì di essere stata punta dallo scorpione.
Mentre entrambi stavano per morire
la rana chiese all'insano ospite il perché
del folle gesto. -"Perché sono uno scorpione..." -
rispose lui. "E' la mia natura".

Sol#-7 F# B Do#-7 F# B E Do#-7
F# B E Mib-7 Do#-7 E (2v.)

B Sol#-7 E B Sol#-7 E B Do#-7 E

Io le lacrime sul viso di tua moglie non le ho mai scordate
quella gelida mattina d'inverno di cose ne ha cambiate

Mentre ti allontanavi
mentre guardando ci salutavi
attraversando il fiume
come quello scorpione



-----------------
TUTTO CIO' CHE HO
      883
-----------------
CRD: Gabrix (gabrieletomatis@yahoo.com)

Sol2 Do2 Sol2 Do2 Sol2 Do2 Re4 D

Sol2         Do2 Sol2          Do2     Sol2
Avrei voluto essere come il capoclasse che avevo
         Do2      D                       C
quando andavo a scuola che esempio era per me
Sol2         Do2 Sol2           Do2     Sol2
Avrei voluto come lui non avere mai un dubbio,
               Do2    D                    C
un cedimento, un'incertezza e non menarmela mai

Em                 C                     Sol
Avrei voluto per un po' non avere il mio carattere,
                       D
il mio corpo, la mia faccia
 Am               C                   Sol
avrei voluto anche se poi ho capito che ogni mattina
                 D
io c'ero sempre, ero sempre con me.

         Sol2         Do2            Sol2    Do2
Se sono giusto oppure no, se sono a posto o pessimo,
           Sol2       Do2             Re4          D
se sono il primo o l'ultimo, ma sono tutto ciò che ho.
        Sol2         Do2         Sol2      Do2
Se sono bravo oppure no, se sono furbo o stupido,
        Sol2      Do2             Re4
se sono scuro o limpido, ma sono tutto ciò che
 D
tutto ciò che ho.

Avrei voluto essere un bravo studente, un bravo figlio,
un bravo fidanzato, o almeno uno dei tre,
e avrei voluto andare via quando questa cittadina
l'ho sentita stretta addosso non la credevo più mia,

Avrei voluto stare anch'io in un posto dove il mio destino
non fosse già scritto,
avrei voluto anche se poi ho capito che dovunque andassi
io c'ero sempre, ero sempre con me.

Se sono giusto oppure no, se sono a posto o pessimo,
se sono il primo o l'ultimo, ma sono tutto ciò che ho.
Se sono bravo oppure no, se sono furbo o stupido,
se sono scuro o limpido, ma sono tutto ciò che
tutto ciò che ho.

Sol2 Do2 Sol2 Do2 Sol2 Do2 Re4 D
Sol2 Do2 Sol2 Do2 Sol2 Do2 Re4 D

Avrei voluto essere in passato meno innamorato
di chi non ha avuto alcun riguardo per me,
e avrei voluto dare a te tutto quel che ho dentro
e che io troppe volte ti ho negato senza sapere perché.

Avrei voluto, e solo Dio sa quanto ho cercato
di tirare fuori ciò che sento,
avrei voluto dirti che prego che qualsiasi cosa accada
tu ci sia sempre tu sia sempre con me.

Se sono giusto oppure no, se sono a posto o pessimo,
se sono il primo o l'ultimo, ma tu sei tutto ciò che ho.
Se sono bravo oppure no, se sono furbo o stupido,
se sono scuro o limpido, ma tu sei tutto ciò che
tutto ciò che ho.


Accordi particolari:
      EADGBe
Sol2 |320022|
Do2  |032022|


Ciao a tutti!
Alla prossima!
;-)) Gabrix
gabrieletomatis@yahoo.com

     
Добавлено: 15.11.2013
Другие материалы по этой песне:
  • Аккорды и текст

Страница создана 15.11.2013
http://primanota.ru/883/grazie-mille-album-chords.htm
Привет, Гость.
Предлагаем пройти революционный курс по гитаре.
Подарок от PrimaNota.Ru, забирай!